Ecco come creare un webserver locale utilizzando RaspBerry PI e il pacchetto LAMP 🙂

Ok..non starò qui a spiegarvi la prima configurazione, installazione ecc ecc …sono qui per spiegarvi a grandi linee come mettere su un server locale su Raspberry PI 🙂 Innanzitutto accediamo via SSH al nostro rasp* :

Questa schermata serve per accedere da terminale al nostro Raspberry PI.
Ovviamente l’indirizzo IP è locale e la porta è la 22 di default SSHD.
Una volta entrati dentro al nostro “server” avremo la schermata di login.

A questo punto accediamo tranquillamente con User & Password che avevamo selezionato in fase di installazione:

Benissimo, ora siamo entrati nel terminale del nostro “server”.
Ora iniziamo un po ad installare i vari pacchetti che ci servono per “creare” il nostro webserver… iniziamo installando il pacchetto Apache e PHP5 , oltre ad una libreria che permette che questi due elementi funzionino correttamente insieme. Quindi digitiamo:

sudo apt-get install apache2 php5 libapache2-mod-php5

Piccola nota…se utilizziamo l’utente “root” non sarà necessario utilizzare “sudo” davanti ai comandi…altrimenti se utilizziamo un utente normale allora sarà necessario usare sudo e successivamente chiederà la password dell’utente. 🙂

Ora, una volta finita l’installazione (potrebbe essere necessario digitare S o N quando richiesto), è necessario riavviare il service Apache2 per rendere il tutto funzionante…quindi digitiamo:

sudo service apache2 restart

Appena finito il riavvio del servizio, digitate l’indirizzo ip locale del vostro Raspberry PI nella barra indirizzi del browser…se tutto è andato a buon fine dovreste avere un risultato simile a questo in figura:

Adesso funziona tutto correttamente (come dice la pagina: IT WORKS!), ora per iniziare a programmare il proprio sito dovrete recarvi nella directory “www” quindi digitiamo:

cd /var/www/

e qui dentro troviamo: il file index.html oppure una directory html e dentro di essa troviamo il file index.html.

Ora possiamo iniziare ad elaborare il nostro sito web.

Tuttavia…adesso il nostro server web è accessibile solo da locale (quindi chi è connesso alla nostra rete wifi per esempio), per poterlo rendere online dovremmo ricorrere al “Port Forwarding” che spiegherò in un altro articolo.

Per ora è tutto. 🙂 Alla Prossima!

Articolo redatto da:

Skin

per Frozenwolf Team

www.frozenwolf.net
[email protected]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *